Regione Toscana
Norma

 
MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE PER I SERVIZI DEMOGRAFICI AREA III STATO CIVILE  
CIRCOLARE 10 marzo 2011, n. 9
  Oggetto: Occupazione del Consolato onorario di Patrasso. Asportazione timbri.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno;dipartimento.affari.interni.territoriali;direzione.centrale.servizi.demografici:circolare:2011-03-10;9

Ai Sigg. Prefetti della Repubblica - Loro Sedi

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia di Trento

Al Sig. Commissario del Governo per la Provincia di Bolzano

Al Sig. Presidente della Regione Autonoma Valle d'Aosta - Servizio Affari di Prefettura piazza della Repubblica, 15 - Aosta

e, per conoscenza: Al Commissario dello Stato per la Regione siciliana - Palermo

Al rappresentante del Governo per la Regione Sardegna - Cagliari

Al Ministero degli Affari Esteri Direzione Generale italiani all'Estero e Politiche Migratorie - Uff.III - Roma

Al Ministero della Giustizia - Roma

Al Gabinetto dell'On. Ministro - Sede

Al Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione - Direzione Centrale per le Politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo - Sede

All'Ispettorato Generale di Amministrazione via Cavour, 6 - Roma

All'Ispettorato Generale di Amministrazione - Roma

All'A.N.C.I. via dei Prefetti, 46 - Roma

All'A.N.U.S.C.A. via dei Mille, 35e/f - Castel S.Pietro Terme (Bo)

Alla DeA - Demografici Associati c/o Amministrazione Comunale V.le Comaschi n. 1160 - Cascina (Pi)


 

L'ambasciata d'Italia ad Atene, ha comunicato che presso il Consolato onorario di Patrasso, a seguito dell'assalto a detto Consolato, sono stati sottratti alcuni timbri d'ufficio in gomma.

Si precisa che i timbri in gomma asportati sono i seguenti: "Visto", "Copia conforme" e "Michail Dimopoulos"; quest'ultimo riporta il nominativo del Console onorario di Patrasso.

Ciò premesso, al fine di agevolare il materiale di riscontro circa l'autenticità dei documenti che pervengano dalla predetta località, si allegano alcuni fac-simile di detti timbri riportati su atti emessi dallo stesso Consolato, evidenziando nel contempo che, qualora sorgano dubbi, l'ufficiale dello stato civile, ove ne ravvisi l'opportunità, effettui apposite verifiche tramite l'autorità consolare italiana circa l'originalità dei certificati ricevuti, al fine di evitare la registrazione e la conseguente produzione di effetti giuridici in Italia di atti falsi.

Si pregano le SS. LL. di voler tempestivamente comunicare quanto sopra esposto ai Sigg. Sindaci e si ringrazia per la consueta fattiva collaborazione.


 

Il Direttore Centrale Giovanna Menghini



ALLEGATI:  
- Allegato   -