MINISTERO DELL'INTERNO  
CIRCOLARE 9 luglio 2015, n. 10
  Oggetto: Cittadini britannici residenti nel Regno Unito di Gran Bretagna e d'Irlanda o di paese terzo, che intendono contrarre matrimonio in Italia.  
 


 
  urn:nir:ministero.interno:circolare:2015-07-09;10

AI SIGG. PREFETTI DELLA REPUBBLICA - LORO SEDI

AL SIG. COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI TRENTO

AL SIG. COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO

AL SIG. PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D'AOSTA - Servizio Affari di Prefettura - AOSTA

e, per conoscenza: AL COMMISSARIO DELLO STATO PER LA REGIONE SICILIANA - PALERMO

AL RAPPRESENTANTE DEL GOVERNO PER LA REGIONE SARDEGNA - CAGLIARI

AL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI Direzione Generale Italiani all'Estero e Politiche Migratorie Uff.III - ROMA

AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio Legislativo - ROMA

AL GABINETTO DELL'ON. MINISTRO

ALL'ANCI Via dei Prefetti, 46 - ROMA

ALL'ANUSCA Via dei Mille, 35E/F 40024 CASTEL S.PIETRO TERME (BO)

ALLA DeA - Demografici Associati c/o Amministrazione Comunale V.le Comaschi n. 1160 - CASCINA (PI)


 

L'Ambasciata del Regno Unito di Gran Bretagna e dell'Irlanda ha trasmesso a questo Ufficio le note verbali n. 135 del 18/12/2014 e n. 47 del 29/4/2015 concernenti l'oggetto.

Al riguardo, con la prima nota si informava dell'introduzione dell'emissione del nulla osta consolare per i cittadini britannici residenti nel regno Unito che intendono sposarsi in Italia quale valida alternativa alla produzione della documentazione, così come indicata nella circolare di questa Direzione Centrale n. 6/2013  consolare per i cittadini britannici residenti nel regno Unito che intendono sposarsi in Italia quale valida alternativa alla produzione della documentazione, così come indicata nella circolare di questa Direzione Centrale , procedura quest'ultima che rimane tuttavia sempre in vigore (i cittadini britannici residenti nel Regno Unito, con l'entrata in vigore del "The Consular Marriage and Marriages under Foreign Law Order 2014" hanno la facoltà di scegliere se presentare le pubblicazioni nel Regno Unito, e seguire la procedura descritta nella predetta circolare, oppure presso il Consolato e ottenere il Nulla Osta consolare).

Ad integrazione di quanto sopra, con la successiva nota n°47 sopra richiamata, e' rappresentato che adesso anche i cittadini britannici che intendono sposare un cittadino irlandese e i cittadini britannici residenti in un paese terzo, possono presentare sia il Nulla Osta consolare oppure,alternativamente, un "certificato di non impedimento" rilasciato dal Registry Office britannico e tradotto assieme ad una "Dichiarazione giurata bilingue" resa dagli interessati presso un presentata direttamente dai nubendi al competente ufficio di Stato Civile italiano per la celebrazione del matrimonio.

E' rimasta invece immutata la procedura di emissione del Nulla Osta consolare per i cittadini britannici residenti a Jersey, Guernsey e nell'isola di Man.

Conclusivamente, è stato precisato che i Nulla Osta consolari riporteranno come indirizzo di residenza dei cittadini britannici quello del paese dove questi sono ufficialmente registrati.

Si pregano SS.LL. di voler informare i Signori Sindaci di quanto comunicato con la presente circolare e si ringrazia per la consueta fattiva collaborazione.


 

IL DIRETTORE CENTRALE: Torraco